IF

INTERNET FESTIVAL: 56.000 VISITATORI OLTRE ALLE 65.000 PRESENZE ‘VIRTUALI’

Appuntamento a Pisa ad ottobre 2013
La manifestazione è stata un grande palcoscenico nazionale per la città
43 ragazzi pisani under 25 ‘arruolati’ nello staff di IF
Pisa, 16 ottobre 2012 - 150 appuntamenti in 4 giorni, 22 location, 400 relatori, 100 tra giornalisti e blogger accreditati, decine di ore di diretta streaming sulle maggiori testate online nazionali e 56.000 presenze ‘reali’ che si sommano ai 65.000 del popolo della Rete. Questi alcuni dei numeri dell’edizione 2012 dell’Internet Festival, la manifestazione che ha portato alla ribalta la città di Pisa come culla dell’ICT nazionale e capitale della‘Silicon Valley’ italiana. Sono oltre 1.300 le imprese high tech che fanno parte del tessuto produttivo di Pisa e 800 quelle del settore dell’ICT, e non è un caso che tra i 52.000 studenti universitari pisani oltre il 46% siano iscritti a facoltà scientifiche e tecnologiche.
 
Nei quattro giorni di manifestazione, i riflettori dei media nazionali si sono concentrati su Pisa. Presenza costante in città le telecamere Rai (Tg1, Rainews24, Buongiorno Italia e TGR Toscana), ma anche i giornalisti dicarta stampata e web. Moltissime le testate nazionali che hanno deciso di trasmettere in diretta streaming gli eventi principali del Festival (ripresi dalle telecamere di intoscana.it), tra queste Rai.itRepubblica.it,Lastampa.itLanazione.itIltirreno.it ma anche Wired.itRollingStonemagazine.it e tante altre. Massiccia la copertura delle emittenti radio, da Radio 2 Caterpillar che ha avuto ben 5 collegamenti in diretta dalla Camera di Commercio di Pisa durante la puntata di venerdì 5, ai servizi del Gr1 e Gr 2 Radio Rai, alle interviste e approfondimenti di Radio Capital, Radio Montecarlo, Controradio, Radioeco e Radiocicletta. Da segnalare anche la presenza dell’emittente britannica BBC venuta appositamente a Pisa per seguire il panel sul Digital Activism a cura della Robert F. Kennedy Foundation. La rassegna è consultabile sul sito ufficiale 2012.internetfestival.it
 
La manifestazione, grazie al suo format diffuso, ha accompagnato i visitatori alla scoperta di Pisa al di là della Torre. Tra le location che hanno destato maggiore curiosità: l’Orto Botanico e le sue mostre, il Museo di San Matteo, il Teatro Sant’Andrea, la Chiesa Santa Maria della Spina, i Chiostri del Sant’Anna e la sede della Normale, per non parlare di Palazzo Reale (al cui interno è custodito un prezioso ritratto del Bronzino) che ha fatto da cornice alle quattro, seguitissime, Interviste impossibili.
Sommando alle presenze delle 22 location del Festival, i visitatori delle mostre e dell’istallazione “Digital Human” collocata sul Ponte di Mezzo (da cui sono transitate non meno di 40.000 persone), gli organizzatori hanno stimato in 56.000 le presenze ‘reali’. Tra gli eventi che hanno riscosso maggiore successo i laboratori “T-Tour” per bambini e ragazzi che hanno fatto registrare nelle sale della Limonaia, ben 3200 ingressi in tre giorni (tra scolaresche e famiglie).  Palazzo Reale e le Interviste impossibili hanno visto la presenza di 1500 persone. In 500 hanno scelto di assistere ai workshop sul coworking, sul crowdfunding e ai fablab che hanno avuto luogo negli spazi della Scuola Superiore Sant’Anna. Ottime performance anche per gli eventi musicali alle Logge dei Banchi (Criminal Jokers e Playing for Change Europe) e al Teatro Sant’Andrea: nelle serate di giovedì 4 (Marco Valente/Nonetto Auand) e venerdì 5 ottobre (Francesco Diodati NEKO Quartet) sold out di tutti i posti disponibili già dalle 22. Buoni risultati anche per il Cinema Arsenale che ha dovuto chiudere le porte poco dopo le 21, per un afflusso superiore alla capienza. Ottima media anche per gli eventi ospitati al Cinema Teatro Lux: circa 130 persone di media.

 

Il Festival ha offerto un momento di riflessione non solo agli esperti del web e ai ‘nativi digitali’. Sono stati diversi gli ambiti culturali toccati dal programma, con un particolare rilievo alla relazione tra la Rete e le scienze umanistiche. Si è parlato di filosofia con Elio Matassi Adriano Fabris, di sociofilosofia con gli Ecosofi del presente: Michel Maffesoli, Alberto Abruzzese, Claudia Attimonelli e Vincenzo Susca. Spazio anche al binomioweb e letteratura analizzato da Mafe De Baggis e allo studio sui media illustrato da Beth Coleman, Federico Casalegno e Derrick De Kerckhove. Immancabile il focus sulle smart city del futuro a cura di Kael Greco eMichele Vianello.

 

La manifestazione ha impegnato nello staff 43 giovani residenti o domiciliati a Pisa e provincia, tutti under 2520 di questi hanno fatto parte del Social Media Team di IF e gli altri 23 hanno svolto un ruolo di supporto allo staff. Tutti hanno ricevuto un rimborso di 240 euro lordi per i 4 giorni di lavoro (oltre ai pasti pagati). Lo staff ufficiale di IF è costituito da un gruppo di 6 persone: la prima risorsa ha iniziato a lavorarci da marzo, quattro si sono aggiunti a fine luglio e l’ultima ragazza è subentrata a settembre.

 

L’Internet Festival tornerà a Pisa ad ottobre 2013, la data esatta verrà comunicata prossimamente. Considerando, infatti, che IF è entrato a pieno titolo nell’agenda dei festival di livello nazionale, si ritiene opportuno pianificare la data con i Festival dello stesso periodo al fine di evitare sovrapposizioni. Ma in questi mesi di pausa IF non andrà in vacanza. Sono diverse le attività che gli organizzatori hanno già messo in calendario, tra queste il sostegno al progetto di crowdfunding di UNHCR insieme a Eppela, un’asta online per aggiudicarsi le sagome dei personaggi guida di IF e l’organizzazione di workshop di riuso del PVC delle due strutture sul Ponte di Mezzo e del materiale cartaceo avanzato (dépliant, cartoline, brochure). Infine, il 3 dicembre si concluderà il contest lanciato da Marco Malvaldi al Festival, l’ormai famoso “C’era una volta Googleo Galilei”. Gli autori dei migliori racconti inviati su Facebook verranno premiati all’aeroporto di Pisa con biglietti aerei A/R messi in palio da Ryanair.

 

Internet Festival è promosso da Regione Toscana, Comune di Pisa, Cnr, Registro .it e Istituto di Informatica e Telematica del Cnr insieme a Camera di Commercio di Pisa, Provincia di Pisa, Università di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna, Scuola Normale Superiore, Associazione Festival della Scienza. Il direttore del Festival è Edoardo Fleischner, il coordinamento è affidato a Fondazione Sistema Toscana. Anna Vaccarelli (IIT-CNR) e Gianluigi Ferrari (Università di Pisa) coordinano rispettivamente il comitato esecutivo e scientifico.

 

Ecco gli sponsor principali di IF 2012: Clouditalia, Toscana Energia, Enel, H3G, Tai Software Solution e Telecom Italia.

 

Arrivederci alla prossima edizione!

Condividi

Categorie

2012