Internet Festival 2013 - Incubatore di forme di futuro

Internet Festival 2013 – Incubatore di forme di futuro

Pisa, 10-13 Ottobre 2013

Quest’anno l’Internet Festival esplorerà come l’utilizzo della Rete e delle nuove tecnologie possa trasformare il territorio fisico in un luogo dove idee, invenzioni, opportunità, prodotti, servizi e start up possano germogliare e crescere per  concorrere all’uscita dalla crisi, indicandoci la via per uno sviluppo condiviso e una visione per un futuro percorribile.
Dopo l’edizione 2012, il cui l’obiettivo è stato quello di esplorare gli scenari, le tendenze e gli sviluppi futuri della Rete, l’edizione 2013 sarà incentrata sul termine “Incubatore”, parola chiave da declinare in vari modi nelle quattro aree tematiche che compongono il Festival.

L’area Internet for Citizens affronterà i temi dell’innovazione sociale e della Rete come chiavi di miglioramento della qualità della vita quotidiana. Tra i vari temi discussi: il green marketing, il tema del peer to peer e della peer production con la presenza degli Arduino Lab.
Grande centralità sarà riconosciuta al tema delle Smart Cities, veri e propri incubatori di una nuova cittadinanza, consapevole, competente e responsabile rispetto all’uso dei nuovi media, delle piattaforme tecnologiche e delle varie applicazioni di uso comune.
L’argomento verrà affrontato dalla prospettiva del cittadino che, per poter essere parte attiva del  processo di cambiamento, deve far propri e mettere in pratica nuovi valori collaborazione, condivisione ed  etica del networking .

L’area dedicata ai Makers proporrà una particolare riflessione sul Web come veicolo per rinnovare antiche pratiche di business, tradizionalmente offline, come l’editoria.
I Big Data dell’informazione possono incrementare nuove e antiche pratiche di business? La Rete può creare connessioni e relazioni efficaci e produttive?
L’obiettivo generale di questa area sarà quello di esplorare la Rete come incubatore di idee e opportunità sia lavorative, come il co-working, che economiche, come ad esempio la sharing economy, fondamentali per il rinnovamento della società in cui viviamo.

Grande novità di quest’anno è l’introduzione della sezione “speciale per imprese”, dal titolo Smartup, progettata non solo per essere una piattaforma di networking, ma per diventare un vero e proprio incubatore di nuove opportunità di business e un terreno fertile per la germinazione di idee.

Gli eventi dell’area Internet for Tellers ci racconteranno di come il mondo dell’informazione stia sempre più cambiando aspetto e di quanto la definizione della Rete come incubatore di nuovi flussi informativi si stia sempre più facendo largo.
Quest’anno una sezione di questa area sarà interamente dedicata al rapporto delle donne con la Rete: come vi sono rappresentate? Come rappresentano se stesse? È possibile parlare di gender digital divide? Quali progetti sono stati realizzati dalle donne grazie al Web? La Rete ha aumentato o modificato lo spazio delle donne?

Dopo l’incredibie successo dello scorso hanno, che ha visto questa sezione del Festival praticamente sempre in overbooking, tornano i T-tour, l’area dedicata all’esplorazione della Rete in termini educativi e formativi.
Due saranno i principali filoni: T-Tours 4 Experts e T-Tours Educational & 4 All, che convolgeranno un pubblico eterogeneo per età, interessi e competenze.

4 le aree tematiche, 1 la parola chiave incubatori, 20 le  location, 4 giorni di Festival.

Questi i numeri di un evento che disseminerà il cuore della città di eventi che avranno come protagonisti ospiti di calibro nazionale ed internazionale.

L’Internet Festival può essere quindi definito incubatore di forme di futuro, quelle forme di futuro che porteranno anche quest’anno alla scoperta di alcuni elementi di visionarietà, e possibili nuove frontiere di ricerca e tecnologia.

Saranno presenti anche spazi dedicati a cinema e webseries, ai giochi, all’editoria on-line e ad installazioni e mostre.

Sul sito e le nostre pagine social saranno disponibili approfondimenti e aggiornamenti continui…

Il futuro non si ferma… e nemmeno  IF!

Condividi

Categorie

Editoriale