crowdsourcing

Crowdfunding e crowdsourcing: da idea a realtà, grazie a Internet

Quante volte capita di trovare un’idea che ci sembra ottima e quindi di voler tentare di trasformarla in un’impresa di successo? Allo stesso tempo, però, non sempre ci sono i mezzi economici e le competenze per riuscirci.

Ci viene così in aiuto la parola inglese crowd con significato folla, massa e pubblico, unita ad altri due termini, rispettivamente funding e sourcing.

Seguendo la prima strada si parla di crowdfunding, processo collaborativo di finanziamento dal basso al fine di sostenere idee, persone e organizzazioni; imboccando la seconda via invece avremo a che fare con il crowdsourcing, modello basato sulla partecipazione attiva di utenti (non organizzati precedentemente) per la progettazione, lo sviluppo e la realizzazione di un’idea.

Se pensiamo al crowdfunding, probabilmente ci verrà in mente Barack Obama, che è riuscito a sostenere parte dei costi della sua campagna elettorale per la presidenza nel 2008 con i soldi donati dai suoi elettori soprattutto grazie a piccole donazioni raccolte sul sito e sui social network. Inoltre, come non fare riferimento a Pebble: E-Paper Watch for iPhone and Android, progetto lanciato su Kickstarter – prima piattaforma di crowdfunding ed attualmente la più popolare grazie ad una solida base di utenti – che ha oltrepassato di gran lunga la cifra richiesta come finanziamento per la realizzazione dell’innovativo smart watch.

Facendo riferimento invece alla folla che crea valore, alla massa disposta a liberare il proprio talento, possiamo citare un ottimo esempio made in Italy: Zooppa, piattaforma di crowdsourcing utilizzata anche da grandi brand ormai abituati a lanciare contest sulla piattaforma per trovare idee creative fra i singoli utenti in cambio di premi in denaro, oltre che di visibilità.

Crowdfunding e crowdsourcing, sono soltanto due dei fenomeni in continua crescita che verranno approfonditi durante l’Internet Festival, con uno spazio sicuramente dedicato anche al crowdfounding al femminile.
 
 

Puoi approfondire qui:

Condividi

Categorie

Editoriale

Un commento su “Crowdfunding e crowdsourcing: da idea a realtà, grazie a Internet

  1. Inviato da Giuliana

    Progetti interessanti… aggiungerei anche quelle forme di crowdsourcing che stanno rivoluzionando il mondo del lavoro, oltre che il modo in cui si possono reperire dati ed informazioni distributi nello spazio/territorio. Parlo di piattaforme come AppJobber, che si affidano alle nuove tecnologie – quella mobile in particolare – per disporre di una crowd disposta a raccogliere le informazioni geolocalizzate nei propri dintorni tramite smartphone.

I commenti sono chiusi.